Altri sport

Basket, il rapper J.Cole verso un futuro da professionista

Qualche giorno fa aveva rilasciato l’album The Off-Season, ora la notizia che ha fatto impazzire i tifosi

Non sono solo gli ex giocatori di basket a entrare nel mondo musica. Il rapper J. Cole, 36 anni, sarebbe infatti la nuova star dei Rwanda Patriots BBC, squadra della neonata Basketball Africa League. La passione del musicista della Carolina del Nord per il canestro è nota, tanto da diventare uno dei volti principali della collezione per il basket PUMA Hoops. Nel 2020 Cole era anche stato corteggiato dai Detroit Pistons, ma poi la notizia era sfumata e le trattative erano proseguite in sordina.

Il suo ultimo album The Off-Season era appena stato rilasciato quando Jermaine Lamarr Cole è tornato sotto i riflettori. Il suo debutto come professionista avverrà però oltreoceano, in Africa, e anche se la firma del contratto è attesa in questi giorni, il rapper potrebbe scendere in campo già contro i Nigeria River Hoopers.

J. Cole ha scritto un pezzo pubblicato da The Players Tribune a luglio in cui ha rivelato che da bambino sognava di poter giocare in NBA. Alla fine ha preso un’altra strada, per il mondo della musica. Nonostante ciò l’amore per la pallacanestro non è mai passato, tanto che nel 2012 ha messo piede per la prima volta sul parquet in occasione dell’All-Star Celebrity Game.

Pietro Carfì, NBA Religion.com

Il trasferimento del rapper dagli USA al continente africano non è casuale. La Basketball Africa League è un campionato continentale che nasce nel 2019 per volontà dell’NBA e della FIBA (Fédération Internationale de Basketball) per emulare l’Eurolega europea. Fanno parte del campionato 12 squadre provenienti da Senegal, Egitto, Kenya, Angola, Marocco, Nigeria, Tunisia, Ruanda e Sudafrica. Nell’organizzazione della BAL sono coinvolti imprenditori e politici statunitensi, tra cui l’ex presidente Barack Obama. La BAL ha tutta l’aria di essere un ‘vivaio’ per la NBA.

Tra rapper ci si aiuta (a volte) ed è stato questo il caso di Master P, rapper, produttore e uomo d’affari. Non è escluso che l’esordio di J. Cole nel basket sia un’astuta operazione di marketing per promuovere il suo ultimo album e il documentario che lo ha accompagnato nell’uscita. Una cosa è certa, sul parquet ci sa fare e non è l’unico…

Photo Credits: Hypebeast

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *