Calcio

Calcio inglese inclusivo, un leone e una leonessa dividono i tifosi

La nuova immagine della Federcalcio non rimpiazzerà il logo della Nazionale

Il rebranding è una pratica cara al calcio moderno. Aveva fatto scalpore la Juventus, nel 2017, chiudendo di fatto un’epoca di visual identity e inaugurandone un’altra. Nel 2021 è una famiglia di leoni a catturare l’attenzione. Non quelli di San Marco, ma i Three Lions emblema dell’Inghilterra. La Football Association ha infatti presentato il logo del progetto “England Football” rivisitando nella grafica e nei colori quello originale. Il cambiamento riguarda soprattutto l’iconografia: un leone, una leonessa e un leoncino per rappresentare lo sport senza frontiere. Un’operazione simile era già stata presentata dalla Nike per le maglie della stagione 2020-21.

Immediato il collegamento con le battaglie sportive e sociali, tra cui lotta ai pregiudizi di genere, parità di stipendio, razzismo. “I Tre Leoni inglesi, dunque, cambiano volto e significato, passando dal ‘potere’ all’inclusività, strizzando l’occhio a quella digitalizzazione già da tempo avviata nella FA”, scrive Alessandro Pagano su Nss Sport. La vera sfida, il coraggio tradizionalmente attribuito a questo animale diventa quello del superamento di ogni barriera. Piccola curiosità, i leoni di Riccardo Cuor di… Leone hanno dato il titolo alla canzone scritta dai Lightning Seeds in occasione degli Europei del 1996.

L’inclusività è anche leitmotiv della campagna di presentazione del logo stesso. Impossibile mettere tutti d’accordo, soprattutto quando si tocca uno dei simboli più antichi non solo del calcio, ma della storia inglese. Così, per coinvolgere i tifosi meno incazzati, la FA ha affidato la realizzazione del video promozionale alla community di fan inglesi COPA90, con la partecipazione di Harry Kane, Marcus Rashford, Lucy Bronze e Demi Stokes. Non solo mancati i commenti ironici: Chi possono offendere tre leoni in uno stemma?.

A differenza di alcune notizie poco chiare che circolano sul web, la nuova brand identity non andrà a sostituire lo scudetto sulle maglie della Nazionale di calcio, maschile o femminile che sia. Almeno per ora. Si tratta infatti di una rivoluzione di immagine che riguarda la Federazione e non le squadre. Una sorta di biglietto da visita formale, che non sarà onnipresente.

Il nuovo logo è stato inserito su tutti i servizi digitali come EnglandFootball.com o My England Football e verrà utilizzato per campagne di beneficenza e progetti interdisciplinari. Ai mondiali 2022 i Three Lions saranno quelli di Inghilterra-Scozia del 1872, quando si iniziò a scrivere la storia del calcio, oppure no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *