Altri sport

NBA, sul parquet una sfida tra supereroi: vince Doctor Strange

Il Marvel Cinematic Universe conquista il basket e fa volare i Warriors

I supereroi Marvel non sono solo indiscussi re e regine della cultura pop, ma lo sono anche del basket. Chi più di Capitan America o Iron Man potrebbero incarnare il ‘noi’ contro ‘voi’ in una lotta ideale tra bene e male che diventa sfida agonistica? La collaborazione tra MCU e NBA è stata promossa dal canale ESPN. Lo sport a stelle e strisce è da sempre molto sensibile alle strategie di marketing con veri e propri show pre partita.

ESPN, uno dei colossi della televisione, ha lanciato un esperimento senza precedenti con la partita fra Golden State Warriors New Orleans Pelicans, bella da un punto di vista (sceno)grafico con l’evento NBA Special Edition Presented by State Farm: Marvel’s Arena of Heroes, ma anche cruciale per le sorti del campionato. Il match è stato vinto dai Warriors che hanno segnato la quasi definitiva condanna dei Pelicans a restare fuori dai playoff. Risultati a parte, durante il match alcuni giocatori hanno interagito con Captain America, Iron Man, Captain Marvel, Black Panther, Black Widow e Doctor Strange.

LE REGOLE

Una partita nella partita. La collaborazione, che proseguirà nelle prossime settimane, ha infatti previsto la nomina di un Marvel’s Champion scelto in base ai punti segnati, alle stoppate e agli assist, parametri che hanno fatto media con palle perse, tiri sbagliati e tiri liberi non andati a segno. Il primo ‘campione’ Marvel è stato Draymond Green accompagnato dal suo eroe Doctor Strange. Questo perché, malgrado i 41 punti di Steph Curry (Capital Marvel), la media ha premiato l’ala dei Warriors. A uscire sconfitto sia sul terreno di gioco che nella classifica Marvel è invece Lonzo Ball, sorvegliato dall’alto da Iron Man, che “per una volta ha mostrato i suoi punti deboli” scrive Sky Sport.

Gli altri supereroi scesi in campo sono stati Stephen Curry e Andrew Wiggins dei Warriors; Zion Williamson e Brandon Ingram dei Pelicans. I loro Marvel Hero Point non sono stati sufficienti a raggiungere Green.

Con il successo registrato dalla serie The Falcon and The Winter Soldier, uno degli sport americani per eccellenza non poteva farsi sfuggire questa opportunità. Un tipo di narrazione molto sentita negli Stati Uniti, dove la cultura legata ai supereroi è radicata nella società. Con questo nuovo progetto NBA, si compie un ulteriore passo in avanti verso la digitalizzazione dell’esperienza sportiva, non solo nel pre gara ma anche nel corso delle gare.

Nonostante gli ottimi numeri registrati da Disney+ con il recente raggiungimento dei 100 milioni di abbonati, il 2021 potrebbe consolidare ulteriormente la posizione del servizio streaming vista la mole di contenuti Marvel (e Star Wars) in arrivo.

Adamo Genco, HD Blog

Qualcuno direbbe che negli USA vanno pazzi per ‘questa roba’ e allora assecondiamo e citiamo Steve Rogers alias Capitan America: “La forza di questo paese non sta nelle sue fondamenta di mattoni e acciaio. Si trova nel cuore di coloro che hanno giurato di combattere per la loro libertà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *