Altri sport

Pallavolo, trionfo azzurro. Si vola ai quarti!

Blengini su Italia-Turchia: “Bisogna saper soffrire, l’abbiamo fatto”. Oggi contro il Belgio in palio la semifinale.

KATOWICE – Se il battesimo nella fase a gironi contro la Germania aveva deluso le aspettative di un pubblico ancorato alla vittoria contro gli Usa, il 3-0 inferto ieri alla Turchia ha (per ora) rasserenato gli animi Azzurri, intorpiditi dal clima polacco. Contro la Turchia è stato il terzo risultato positivo dopo le vittorie contro Slovacchia e Repubblica Ceca.
Scontato sulla carta, come dicevano le quote e gli insider, il match contro la Turchia rappresentava proprio per questo una minaccia: vincitori o vinti, dentro o fuori. Kaput, appunto. Alla fine, in una Spodek Arena semideserta, tutto è filato liscio, i turchi non potevano fare peggio di così.

Dall’altra parte del campo, un evidente restyling tecnico ha completato la squadra di Chicco Blengini, capace di crescere in tutti i fondamentali e soprattutto in quello più importante: la consapevolezza di sé o, per usare un termine del settore, quella compartimentalizzazione tanto cara a Dan Peterson. I risultati si sono visti: due set agevoli grazie a un impeccabile servizio, quindi un terzo set incerto fino alla fine, ma comunque prevedibile.

Gli Azzurri si sono affidati alla regia di Simone Giannelli, al carisma di Filippo Lanza, all’offensiva ancora un po’ claudicante di Luca Vettori. Confermati i centrali Matteo Piano, Daniele Mazzone e lo schiacciatore Oleg Antonov. Ancora out Ivan Zaytsev e le sue scarpe della discordia.

I giocatori sono in sintonia come non mai in questa competizione: ace, break, pollici alzati dalla panchina, sorrisi dietro la rete, recuperi.
Finisce così, con un 3-0 (25-16, 25-16, 31-29) contro la Turchia: splendido biglietto da visita in vista dei quarti di finale contro il Belgio (diretta Rai Due ore 20.20).

 

Questo il tabellino del match:

ITALIA-TURCHIA 3-0 (25-16, 25-16, 31-29)

Italia: Randazzo, Vettori 14, Spirito, Giannelli 4, Balaso (L), Mazzone 9, Lanza 13, Colaci (L), Piano 11, Antonov 7. Coach: Gianlorenzo Blengini. Non enrati: Buti (C), Botto, Sabbi, Ricci.

Turchia: Matic 6, Gungor 3, Yesilbudak (L), Gokgoz 8, Subasi 4, Capkinoglu 2, Eksi 4, Unver 1, Demirciler, Gunes, Toy 12, Yenipazar, Cin. Coach: Josko Milenkoski. Non enrati: Batur,

Arbitri: Wojciech Maroszek (Polonia), Susana Maria Roderiguez, Jativa (Spagna).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *